Si è costituito il Centro di Ascolto Antiviolenza Calabria

Si è costituito a Maida, in provincia di Catanzaro, il CDA Calabria Odv, Centro di Ascolto Antiviolenza e Fragilità Calabria, una rete regionale di volontariato e di promozione sociale, di professionisti e persone che svolge compiti di indirizzo, direzione, promozione nei confronti delle associazioni a esso affiliate. Il CDA fa da raccordo nell’ambito dell’ascolto, sviluppa e propone in autonomia servizi di accoglienza e orientamento utili nei momenti di difficoltà, favorisce occasioni di incontro e socializzazione, iniziative, corsi di promozione culturale e formazione, di inclusione sociale e stimola la partecipazione ai progetti territoriali, regionali e nazionali. 

Nasce come uno spazio di ascolto che ha l’obiettivo di fornire consiglio e supporto gratuito di tipo legale, fiscale, finanziario e di orientamento professionale. Il suo Ufficio di Prossimità ha come aree di intervento: famiglie e minori, adulti, anziani e disabili e salute mentale e povertà.

Lo sportello vuole offrire a tutti i cittadini (con una particolare attenzione alle donne) uno spazio di dialogo che sia di orientamento ai servizi offerti dal territorio e anche complementare a quelli già offerti dalle istituzioni, rispondendo alle richieste di consiglio e di aiuto nel pieno rispetto delle normative europee vigenti.

Un luogo dove condividere le proprie esperienze positive e negative, chiedere supporto in situazioni di difficoltà, chiarimenti alle volontarie avvocate, commercialiste ed esperte di finanza, chiedere consiglio per valorizzare la propria figura lavorativa.

Uno spazio dove donne aiutano altre donne a tu per tu, al fine di:

  • Prevenire la violenza economica attraverso la conoscenza, per evitare quelle trappole comportamentali che troppo spesso portano le donne ad essere vittime di abuso economico;
  • Aiutare le donne vittime di violenza economica a riconoscerla, contrastarla e superarla prendendo consapevolezza dei passi da intraprendere per riacquistare sicurezza in sé stesse e la propria indipendenza economica;
  • Dare consiglio su come affrontare e risolvere le conseguenze di violenza economica: problemi finanziari, legali e fiscali, di sovra-indebitamento e di isolamento economico della vittima, orientandola al reinserimento nel mondo del lavoro.
  • Dare aiuto nel riconoscere e contrastare le dipendenze senza sostanza come le ludopatie e lo shopping compulsivo che molto contribuiscono nel determinarsi di situazioni di sovra-indebitamento.
  • Aiutare a raggiungere l’indipendenza economica e una piena realizzazione professionale, attraverso consigli pratici su come affrontare e prepararsi alla ricerca di un lavoro o su come avviare e consolidare una iniziativa imprenditoriale.

Alla luce dell’emergenza COVID-19, lo sportello digitale Punto Verde d’Ascolto è stato potenziato per essere ancora più vicino alle donne e alle famiglie in questo momento di difficoltà, per rispondere prontamente anche a tutti i nuovi problemi di natura economica che proprio l’emergenza in atto ha determinato.

Il Centro Ascolto, fondato e presieduto da Graziella Catozza, è alla ricerca di volontari per gli sportelli di ascolto attivi nelle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Chiunque sia intenzionato a fare un’esperienza di volontariato, e voglia spendersi in prima persona per prevenire e contrastare ogni forma di violenza sulle donne e di discriminazione di genere,  può contattare il CDA Calabria alla seguente mail: puntoverdeascoltoodv@gmail.com

Comments are closed.