Riprendono gli incontri di “Ci vediamo al Caffè” sulla piattaforma Auguste

Due importanti attività per il progetto “Ci vediamo al Caffè” presentato alla stampa l’11 settembre scorso e che vede la sinergia tra l’Associazione “Ra.Gi.” presieduta da Elena Sodano, la cooperativa sociale “Co. Ri. S. S.”, presidente Salvatore Maesano e dell’associazione “PerLe Demenze Famiglie Unite Calabria”, presieduta da Anna Correggia ed i Comuni di Botricello, Catanzaro, Cicala, Chiaravalle, Pianopoli, Tiriolo e Soverato.

Lunedi 30 novembre dalle ore 17,00 alle ore 19,00 la piattaforma Auguste si trasformerà in una grande piazza digitale a disposizione delle famiglie che hanno necessità di incontrarsi e di scambiarsi pareri, opinioni e consigli sulla quotidianità vissuta a fianco dei loro cari malati di demenza. Il tema del primo Alzheimer Caffè on line sarà “Le Demenze e la Fragilità che è in noi” e, ad accogliere i familiari saranno la presidente della RaGi Elena Sodano, la psicologa e piscoterapeuta Sonia Arturi e la psicologa Amanda Gigliotti. I momenti intitolati “Di lunedì…Ci vediamo al Caffè” sono gratuiti e per aderire basta andare sul sito www.formazioneteci.com e  cliccare su https://formazioneteci.com/registration/. Gli incontri a valenza nazionale si svolgeranno a distanza di 15 giorni e sempre di lunedì. Sono già predisposti infatti quello di lunedì 14 dicembre con la partecipazione del Presidente nazionale Geriatri Extraospedalieri (Age) Pietro Gareri e di lunedì 28 dicembre con il neurologo Ferdinando Schiavo autore del libro “Malati per Forza”.

Da martedì primo dicembre un altro importante tassello si aggiunge a questo progetto innovativo che parte dalla Calabria. A conclusione della formazione con gli operatori specifica sulla relazione di cura per le persone con demenze, saranno aperti i Punti Ascolto Demenza nei nuovi comuni che hanno aderito al progetto tra cui Botricello Chiaravalle, Pianopoli, Soverato e Tiriolo e che hanno messo a disposizione della cittadinanza i locali che accoglieranno i bisogni delle famiglie. A questi Comuni si aggiunge la disponibilità espressa dal Comune di Cittanova, in provincia di Reggio Calabria e di Rende in provincia di Cosenza ad attivare servizi analoghi.

Il progetto nella sua complessità sta valicando i confini regionali avendo avuto il consenso del Comune di Chieri (Torino) e la disponibilità di operatori che giungono dal nord e dal sud Italia come la psicologa Erica Colombo di Lodi, la Oss Sabina Palermo e il fisioterapista Luca Milano di Palermo. “Sapere di non essere soli: è questo l’obiettivo che i servizi offerti dal progetto Ci Vediamo al Caffè si pongono nei confronti delle famiglie – affermano i presidenti delle tre associazioni coinvolte nel progetto -. Servizi che non si fermeranno solo agli Alzheimer Caffè sulla piattaforma Auguste e ai Punti Ascolto Demenze. Sentiamo il dovere di ringraziare la disponibilità dei sindaci e degli assessori comunali alle politiche sociali che hanno attivamente collaborato con noi per la realizzazione del servizio e che non si sono tirati indietro nonostante il difficile periodo emergenziale del coronavirus. Abbiamo messo in piedi una squadra di Oss, educatori, psicologi, assistenti sociali e altre figure che diventeranno il punto di supporto per tante famiglie e persone con demenza in quei comuni dove prima vi era il vuoto. Andiamo avanti sapendo che nessun diritto può essere violato finché ci sono persone che se ne fanno carico”.

 

 

 

 

Comments are closed.