Nuovi modi per conoscere se stessi e il mondo al CSM di Montepaone

La pandemia non ferma  i volontari dell’associazione Don Pellicanò  né le attività riabilitative del Centro diurno presso il Centro di salute mentale di Montepaone Lido, che anzi si sono arricchite nel corso di questi ultimi mesi  con l’attivazione di tre innovativi laboratori : di musicoterapia, di yoga e di fotografia on line, guidati rispettivamente da Viviana Vitale,da Vittoria Falduto e da Carmela Sutera Sardo . Si tratta di un trio di volontarie  preparatissimo e motivato  che ha saputo coinvolgere fin dalle prime battute gli utenti del Centro Diurno, sotto la direzione attenta e sapiente dei responsabili Loredana Caserta e Luigi  Apicella,  coadiuvati dalle terapiste della riabilitazione psichiatrica Chiara Raffaele ed  Anita Smorfa.

Sono iniziative utili  a dare nuovi spunti e prospettive al processo di  costruzione  del sé attraverso modalità diverse da quelle solitamente agite e che possono contribuire ad attivare le risorse di tutti  anche da parte degli utenti  più “difficili”.

I laboratori  si stanno svolgendo  nel pieno rispetto delle norme  antiCovid  con il necessario distanziamento e le attenzioni ormai di routine; per quanto riguarda il laboratorio di fotografia c’è da sottolineare che si svolge per lo più a distanza con l’ausilio dei tablet che sono stati donati ai ragazzi dall’ associazione Don Pellicanò, che opera in questo CSM in  regime di convenzione .

Anche in un periodo difficilissimo, anche in una situazione problematica come quella della sanità calabrese , ci sono realtà che funzionano grazie alla competenza ,alla buona volontà, alla sinergia fra pubblica amministrazione ed enti del terzo settore,alla partecipazione delle famiglie.

Tutto questo va incrementato, incoraggiato e sostenuto con risorse adeguate per operare sempre meglio: lo chiediamo con forza soprattutto ai decisori politici !

Comments are closed.