L’UICI illustra il progetto a favore dei ciechi pluriminorati

Lunedì 20 Gennaio presso la sede Polivalente UICI di Catanzaro in localitá Piterà si è presentata agli organi di stampa ed a tutta la cittadinanza la fase attuativa del Progetto a favore dei Ciechi Pluriminorati (L.17/2019). 

Una legge promulgata dopo le positive esperienze sperimentali che la sezione di Catanzaro ha realizzato prima nel 2008 realizzando il primo intervento sulla categoria in Calabria che è stato precursore del successivo progetto realizzato a carattere Regionale nel 2015 con gli unici finanziamenti residui dell’ormai decaduta legge 284/99.

Da qui la necessità che la Calabria si dotasse di uno strumento normativo che in autonomia consentisse di dare “sollievo alle famiglie” come affermato dal Presidente Luciana Loprete che nella veste di Presidente dell’IAPB Calabria (Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità) ha poi aggiunto – “la pluridisabilità è una condizione disarmante e noi abbiamo il dovere di aiutare e sostenere questi soggetti a sviluppare le loro potenzialità e la loro dignità di essere umani nella quotidianità”.

Una legge quindi che per 3 annualità vedrà avviare una molteplicità di interventi su tutto il territorio Regionale, ma che ovviamente necessiterà di essere ri-finanziata perché nella Regione Calabria troppe sono le leggi che giacciono senza più risorse, come affermato dal Consigliere Michelangelo Mirabello durante il suo saluto.

Presenti all’evento molte famiglie provenienti dall’intera provincia e nei volti dei quali una speranza si è accesa, un senso di soddisfazione quindi nell’apprendere ancora una volta che l’attivismo di questa sezione ha dato i suoi frutti.

Il progetto permetterà inoltre di creare occupazione a molti professionisti nel territorio calabrese che dopo aver partecipato ad un avviso pubblico per la formazione di una Short List saranno impiegati nelle attività specifiche che la sezione ha predisposto e attraverso appunto l’opera di personale specializzato consentirà interventi in favore dei soggetti partecipanti e delle famiglie sulle quali giornalmente grava il peso di una situazione di pluridisabilità.

Un obiettivo raggiunto e desiderato prima di tutto da persone e in questo caso molte sono state le personalità come Luciana Loprete (Pres. IAPB Calabria), Pietro Testa (Pres. UICI Calabria) e tutto il consiglio Regionale che ha legiferato attuando la buona politica mettendo da parte una volta tanto i colori politici per dar spazio al colore della solidarietà.

Questo risultato è pertanto frutto di una sinergia costante delle associazioni proponenti IAPB ed UICI, che attraverso il consulente legale Annunziato Denisi, il Consigliere Mirabello quale firmatario, il Consigliere Aieta quale Presidente della Commissione Bilancio, il Consigliere Tallini capogruppo dell’opposizione, il Presidente del Consiglio Regionale Nicola Irto, i componenti dell’assise come ad esempio Esposito e Battaglia, e l’intera giunta Presieduta da Mario Oliverio, oggi pone la Calabria in pole position rispetto alle altre Regioni dove una normativa di tale rilevanza sociale per i soggetti ciechi ed ipovedenti pluriminorati non esiste.

Per la notizia clicca qui

Comments are closed.