Il CSV cerca volontari per Expo 2015

La macchina organizzativa di Expo 2015, che si terrà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre, sta già scaldando i motori. Ed i Centri di Servizio per il Volontariato d’Italia, in base all’accordo siglato tra CSVnet (coordinamento nazionale dei Centri di Servizio) ed “Expo S.p.A”, si occuperanno del reclutamento e della formazione degli aspiranti volontari – se ne attendono ben settemila nei sei mesi previsti per l’esposizione – che rappresenteranno il vero valore aggiunto della manifestazione a carattere internazionale.

Anche il Centro Servizio al Volontariato della provincia di Catanzaro si sta prodigando per diffondere (tra gli studenti in primis, ma anche tra i volontari di tutte le età, visto che l’unico requisito per parteciparvi è aver compiuto diciotto anni) tutte le informazioni utili per candidarsi a vivere un’esperienza dai toni entusiasmanti.

La prima scuola interessata dal “giro promozionale” dell’evento è stato l’Istituto Tecnico ad indirizzo Biologico e di Moda “Chimirri” di Catanzaro: qui, davanti ad una platea di circa centocinquanta allievi appartenenti alle sette quinte classi, Giulia Menniti, referente dell’Area Promozione del CSV, ha spiegato i vantaggi legati ad un processo partecipativo che non ha uguali in termini di arricchimento personale, scambio di esperienze, integrazione ed universalità. I volontari, in cambio di vitto, alloggio e spese di viaggio, saranno chiamati, a turni di quindici giorni ciascuno, a dare accoglienza ai visitatori che giungeranno dalle varie parti del mondo per farsi guidare all’interno dei padiglioni espositivi di 130 Paesi aventi la nutrizione del pianeta come tema principale.

Nella piazza principale del sito espositivo, che si estende per un milione di metri quadrati, si erge il “Padiglione Italia”, interamente costruito con risorse rinnovabili, sul quale si concentrerà l’attenzione delle venti milioni di persone che si attendono a Milano.

E di fronte alla portata di tali numeri, studenti e professori (le classi erano coordinate dalla docente Maria Teresa Massara, responsabile dell’orientamento) non hanno nascosto l’entusiasmo che un evento di tal sorta, se ben compreso, può determinare. Il conto alla rovescia, per molti di loro, è già iniziato con la redazione del primo curriculum vitae in formato europeo che va allegato alla richiesta di partecipazione: in seguito il Centro Servizi di Catanzaro, su incarico del CSV capofila di Milano, provvederà ai colloqui degli aspiranti volontari, che saranno anche tenuti a svolgere ore di formazione obbligatoria per arrivare preparati all’appuntamento con il mondo.

Comments are closed.