Attivo lo sportello contro segregazione sociale di Calabria Etica

E’ in pieno svolgimento il progetto “Misure di contrasto al fenomeno della segregazione sociale in area urbana”, gestito da Fondazione Calabria Etica nell’ambito del POR Calabria FES 2007/2013.

Il progetto della Fondazione prevede la costituzione di una Rete Regionale, costituita da presidi diurni che forniscono un supporto di tipo informativo di segretariato sociale e raccolta dei bisogni a tutte le fasce della popolazione a rischio di segregazione sociale: lavoratori svantaggiati, donne, anziani, popolazione immigrata, nomadi, persone appartenenti a minoranze etniche, donne vittime di violenza fisica, sessuale, psicologica e di costrizione economica, persone diversamente abili; gruppi a rischio di esclusione sociale e in condizioni di povertà relativa; giovani e studenti fuori dai percorsi di istruzione e formazione iniziale; detenuti ed ex detenuti, persone soggette a misura penale esterna o in semilibertà; soggetti affetti da dipendenze.

L’erogazione capillare di “informazione attiva” presso i punti di ascolto di quartiere è finalizzata a garantire funzioni di orientamento, di osservatorio e monitoraggio dei bisogni e delle risorse, soprattutto nella gestione dei tempi di attesa nell’accesso ai servizi, nella ricerca di occupazione e nel disbrigo delle problematiche quotidiane.
Si tratta, quindi, di un’azione informativa, di orientamento e di accompagnamento.

Per avere informazioni sul punto di ascolto più vicino contattare la Fondazione Calabria Etica ai numeri 0961 779894 / 771567 / 774557.

Comments are closed.