“APERTI”,il progetto pensato per i titolari di protezione internazionale

Un progetto nato con lo scopo di realizzare percorsi individuali per l’integrazione socio-economica dei soggetti titolari di protezione internazionale, che vede protagonista una rete di partenariato interregionale, tra cui anche il Centro Calabrese di Solidarietà, partner territoriale per la Calabria. Gli altri soggetti della partnership: FONDACA – Fondazione per la Cittadinanza attiva, soggetto capofila; Associazione Nuovi Lavori; Associazione Mentore;  Associazione Nazionale Oltre le Frontiere di Belluno e Treviso Aps; ATON Cooperativa sociale; Associazione Africa United; UIM Unione italiani nel mondo.

Finanziato dal Ministero dell’Interno, nell’ambito dell’avviso “Realizzazione di percorsi individuali per l’autonomia socio-economica e risponde all’Obiettivo specifico 1. Asilo – ON 1 – lett. c) – Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza”, sarà sviluppato da un’equipe multidisciplinare composta da operatori dislocati in varie Regioni italiane, tra cui: Calabria, Puglia, Lazio e Veneto, e prevede varie azioni di empowerment dedicate ai migranti, tra cui l’inserimento lavorativo mediante tirocini extracurriculari.

Il progetto si propone, in particolare, di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e di attivare una qualificata azione di esperienza concreta di cittadinanza, a beneficio di coloro i quali risultano usciti dal circuito dell’accoglienza e necessitano di essere inseriti nella realtà socio-lavorativa locale.

Per informazioni relative a modalità e termini di adesione al Progetto (le domande dovranno essere consegnate entro il 30 giugno 2021) è possibile cliccare su https://www.ccs-catanzaro.it/ o telefonare al nr 096161621.

 

Comments are closed.