Alla Don Pellicanò si piantano alberi e si producono marmellate

L’attenzione per le tematiche ambientali ha sempre caratterizzato l’attività delcentro di studio e promozione familiare “Don Pellicanò”, intento ad arrestare processi di degrado sociale e civile, che producono situazioni ad alto rischio di devianza, attraverso studi, ricerche, progetti a carattere culturale e di orientamento professionale.

L’adesione alla Festa dell’Albero a novembre rientra, senz’altro, tra le iniziative a tutela dell’ambiente naturale che hanno riscosso più successo, tant’è che una replica del rito della “piantumazione” dell’albero (di un corbezzolo, in particolare) è avvenuta sabato scorso, nella parrocchia di S. Maria della Roccella a Roccelletta di Borgia, alla presenza del presidente Giacomo Coluccio, delle volontarie dell’associazione, Monica Coluccio ed Elvira Ponterio (quest’ultima è anche fondatrice dell’associazione “Laudato sì”), del parroco don Raffaele Zaffino e dei ragazzi della parrocchia.

Collaterale all’impegno a salvaguardia della natura è anche la produzione delle marmellate biologiche, che rientra nell’ambito dell’attività laboratoriale di agricoltura e cucina e che sta impegnando molto i volontari dell’associazione in questo periodo. Le confetture, sterilizzate con cura e a lunga scadenza, sono realizzate esclusivamente con frutta di stagione, quali arance e kiwi, donata dall’azienda di agricoltura biologica “Ponterio”.

L’acquisto delle “marmellate solidali” è un valido contributo all’impegno che l’associazione rivolge alle persone che vivono un disagio, in particolare ai giovani senza lavoro e con disabilità psichica: basta, così, contattare il numero 338/8422447 e farne richiesta tramite whattsapp.

 

Ufficio stampa CSV Catanzaro

 

Comments are closed.