A Taverna la Recovery 2019 di Protezione Civile Internazionale

Dal 24 al 26 maggio il comune di Taverna – su iniziativa dell’associazione “Angeli della Sila”, presieduta da Maria Gagliardi, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale – diventerà il teatro di un’esercitazione internazionale di Protezione Civile denominata “Recovery 2019” che vedrà coinvolti volontari di tutta Europa appartenenti al circuito EVOLSAR. 

EVOLSAR (acronimo di European Association of Civil Protection), è un ente internazionale con sede a Malta, che riunisce squadre di soccorso di tutta Europa che operano con uniche procedure Usar

(acronimo di “Urban Search and Rescue”) in caso di eventi sismici, esplosioni, crolli o dissesti statici e idrogeologici, nel territorio di appartenenza.

Proprio per rendere le squadre sincronizzate e preparate a lavorare con le medesime procedure, i team

Evolsar si riuniscono numerose volte all’anno in esercitazioni congiunte a squadre miste.

Ed è proprio con tale intento che oggi gli Angeli della Sila e il Comune di Taverna, hanno deciso di organizzare la suddetta sessione addestrativa.

In particolare, tale esercitazione, con il patrocinio della Protezione Civile Regione Calabria e il supporto del Comune di Taverna, avrà ad oggetto la simulazione di un evento sismico di magnitudo elevata nel comprensorio del Comune con il duplice obiettivo, da un lato, di impegnare i volontari – provenienti oltre che da varie regioni italiane, anche da stati europei ed extraeuropei- nel valorizzare e mettere in pratica le rispettive specializzazioni e, dall’altro, di richiamare l’attenzione di tutti gli altri apparati burocratici ed istituzionali, pure ordinariamente coinvolti in una situazione di emergenza, sull’individuazione delle buone pratiche di coordinamento tra le varie componenti del Servizio nazionale della Protezione civile che, come noto, si avvalgono del cd. “Metodo Augustus”.

Non è un caso che la scelta di realizzare l’esercitazione nel Comune di Taverna sia mossa dal fatto che  è dotato di sede COM (acronimo di Centro Operativo Misto) che, come noto, a far data dal cd. “Decreto Bassanini” (d.lgs. n. 112/1998) e dalla diffusione delle attività organizzative degli enti locali in materia di protezione civile, ha ormai acquisito anche la funzione di struttura operativa comunale (per comuni di una certa dimensione) o intercomunale per l’emergenza, nonché la funzione di ripartizione territoriale preventiva di zone colpite ove organizzare i soccorsi, all’interno di scenari di evento conosciuti, attesi e pianificati a livello nazionale, regionale o provinciale. 

 Programma

Comments are closed.