Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie.

Ragazzi e volontari insieme a Sellia Superiore per costruire comunità

insiememgliosellia3Al camposcuola di Catanzaro a Sellia Superiore c’era un posto vuoto. Era quello lasciato da Cinzia Mazza, volontaria del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Catanzaro che nessuno ha mai pensato di sostituire. Perché Cinzia Mazza, scomparsa improvvisamente il mese di novembre scorso, era davvero impareggiabile a livello organizzativo, ed anche nella terza edizione dei campiscuola di Protezione Civile per under 15 avrebbe di certo lasciato la sua impronta.

Leggi tutto...

Dal 12 al 15 luglio il terzo camposcuola della Protezione Civile per ragazzi

insiememeglio2018E’ tutto pronto per la terza “tappa” dell’edizione 2018 dei campiscuola di Protezione Civile per ragazzi promossi dal Centro Servizi al Volontariato della provincia di Catanzaro, in collaborazione con l’Unità Operativa della Regione Calabria. Dopo Carlopoli e Cortale, è la volta del “campo” di Catanzaro che avrà luogo a Sellia Superiore, e che vedrà il coinvolgimento delle associazioni “Geruv”, della Misericordia di Catanzaro e del Gruppo Comunale di Catanzaro. Dal 12 al 15 luglio la scuola primaria in via Madonna della Neve diventerà il quartier generale in cui si darà accoglienza ad un folto gruppo di under 15 e si seguirà un intenso programma di attività giornaliero. Dalla sveglia al mattino presto alla condivisione degli spazi comuni da tenere puliti, dall’apprendimento delle lezioni teoriche sulla Protezione Civile e sui rischi connessi al territorio geologicamente fragile alla messa in pratica di operazioni legate al ritrovamento (simulato) di persone disperse, allo spegnimento degli incendi ed all’utilizzo delle più moderne attrezzature per la comunicazione, i ragazzi non avranno tempo di pensare al cellulare o ad una vacanza al mare. Ma alla fine, com’è successo ai loro coetanei in precedenza, quattro giorni in mezzo alla natura sembreranno troppo pochi.

Leggi tutto...

I campiscuola per ragazzi di Protezione Civile: chi vuole più tornare a casa?

consegna attestatiI primi due dei tre campiscuola per ragazzi di Protezione Civile, promossi dal Centro Servizi al Volontariato della provincia di Catanzaro, hanno “smontato” le tende. Sia sulle colline di Carlopoli che di Cortale l’esperienza dei quattro giorni, vissuta all’insegna di simulazioni, prove pratiche e grandi emozioni, difficilmente replicabili in altri contesti, si è conclusa domenica, in contemporanea, tra il rammarico di chi sarebbe voluto rimanere e la volontà sempre più blanda di far ritorno a casa.

Leggi tutto...

"In nome del padre": un percorso di scrittura che ha coinvolti i detenuti del carcere di Catanzaro

il tavolo dei relatori 1“In nome del padre” può capitare di riaprire ferite profonde, che risalgono ai tempi dell’infanzia, e che spesso sono all’origine degli errori che ci si ritrova a commettere. E’ proprio per tendere ad una “rieducazione” e riflettere su di sé che il progetto di scrittura autobiografica (“In nome del padre”, appunto) è stato portato avanti nella Casa Circondariale di Catanzaro, dopo aver varcato le mura di altre cinque realtà carcerarie del nord Italia. Per volontà della direttrice del carcere, Angela Paravati, che crede nella portata “rieducativa” del carcere, la proposta avanzata dall’associazione LiberaMente - rappresentata da Francesco Cosentini, che è anche vicepresidente nazionale del SEAC (Coordinamento enti ed associazioni di volontariato penitenziario) – ha trovato nel gruppo di detenuti coinvolti una “classe” attenta e pronta ad aprirsi alle sollecitazioni che Carla Chiappini e Laura Gaggini, che hanno condotto il laboratorio di scrittura, hanno loro rivolto.

Leggi tutto...

Bookmakers bonuses with gbetting.co.uk website.